INUCOMUNICA

Progetti di Città a Colleferro: aperte le iscrizioni alla Masterclass

21/07/2021

Sono aperte le iscrizioni a “Progetti di Città”, la Masterclass progettuale organizzata dal laboratorio INU Giovani e dall’Istituto Nazionale di Urbanistica con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Colleferro. Sarà incentrata sul tema dei progetti urbanistici per la nuova stagione urbana del centro della Città metropolitana di Roma. Vi potranno partecipare (la scadenza per l’iscrizione è il 31 agosto 2021) studenti delle lauree magistrali in Progettazione Urbana o ambiti inerenti, studenti del quarto e quinto anno delle lauree a ciclo unico, laureandi, dottorandi, dottorati, ricercatori e giovani professionisti under 35. Le attività si svolgeranno dal 13 al 25 settembre, in modalità mista: la prima fase in remoto e la seconda in presenza a Colleferro.

La Masterclass si inserisce in un percorso di rigenerazione urbana intrapreso da anni dall’amministrazione comunale che si sposa con la necessità di riutilizzare e rivitalizzare ampie aree di una città che è prosperata nel secolo scorso grazie all’industria e si trova adesso ad affrontare l’ambiziosa sfida di un rilancio imperniato su direttrici in passato poco considerate, come l’ambiente e la cultura. Colleferro è infatti una città di fondazione del Novecento: nasce come un villaggio privato a servizio della fabbrica militare, sorta durante il primo conflitto mondiale, per trasformarsi in città nel 1935. L’intero territorio si è sviluppato, tra gli anni Trenta e Cinquanta del secolo scorso, secondo il piano urbanistico progettato dall’ingegner Riccardo Morandi. Nel 2018 Colleferro è stata Città della Cultura della Regione Lazio e nello stesso anno inserita nella “Rete regionale delle dimore, ville, complessi architettonici e paesaggistici di valore storico ed artistico” della Regione Lazio. Nel 2022 Colleferro sarà Capitale europea dello spazio. La Città Morandiana mira inoltre ad entrare nella rete delle città di fondazione al fine di ottenere il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

La Masterclass si concentrerà su due ambiti, il centro storico e le aree industriali in disuso. Il lavoro e i suggerimenti progettuali dei partecipanti costituiranno spunti per il percorso di rigenerazione intrapreso dall’amministrazione. I risultati saranno inoltre pubblicati sul sito web dell’INU, sulla rivista Urbanistica Informazioni e costituiranno l’ossatura di una mostra che sarà organizzata a Colleferro. Inoltre per i partecipanti ci sarà anche la possibilità di presentare domanda al bando “Città accessibili a tutti, premio per tesi di laurea magistrale e ricerche - studi 2021”.

Il sindaco Pierluigi Sanna sottolinea a proposito della Masterclass di INU Giovani: “E’ un’iniziativa molto innovativa, siamo orgogliosi di poter essere una palestra di rigenerazione urbana. Valorizza la nostra strategia, che si fonda sulla ferma convinzione che proprio la rigenerazione urbana sia oggi la strada da percorrere con convinzione: recuperare il dismesso per superare la logica del consumo di suolo che ha caratterizzato gli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso”. Umberto Zeppa, presidente della Commissione urbanistica comunale, spiega: “E’ nelle varianti che abbiamo predisposto che si può leggere la qualità della nostra pianificazione: il recupero delle aree industriali dismesse, la ricucitura delle periferie urbane al tessuto urbano consolidato e la valorizzazione del centro storico, senza scadere nei vincoli eccessivi”.

Luana Di Lodovico, coordinatrice di INU Giovani, ritiene che le caratteristiche di Colleferro, “città che si trova immersa nel passaggio a una nuova epoca attraverso gli strumenti della cultura e della rigenerazione, rappresentino la perfetta sintesi delle sfide che devono imparare ad affrontare i professionisti, oggi e domani. Per questo la Masterclass sarà un’attività molto utile, oltre che stimolante”.

L'iniziativa è patrocinata anche dagli Ordini degli architetti e degli ingegneri della provincia di Roma e dal Dipartimento di Architettura dell'Università degli Studi Roma Tre. 

 

Andrea Scarchilli – Ufficio stampa Istituto Nazionale di Urbanistica