Archivi tag: project financing

La norma sblocca – stadi spalanca le porte ai privati

11/10/2017
Disamina tecnica delle ragioni e delle misure contenute nella nuova normativa per la realizzazione di impianti sportivi. L’articolo del Sole 24 Ore

Voragine Pedemontana

23/07/2017
Ecco perché l’autostrada Pedemontana è una infrastruttura non sostenibile dal punto di vista finanziario. Catalogo degli errori che hanno creato una montagna di perdite. L’articolo de l’Espresso

Investimenti dimezzati, ecco il grande inganno del piano Juncker

15/05/2017
Due anni fa l’Unione europea mise a punto il piano Juncker per stimolare la crescita e gli investimenti. Oggi un primo bilancio è possibile e rivela il fallimento di quell’impalcatura, che in realtà era visibile già nelle premesse. L’articolo de la Repubblica

Rigenerazione urbana per una crescita “partecipata”

28/04/2017
I venti anni persi sul fronte della rigenerazione delle nostre città, le opportunità che possono arrivare da strumenti e procedure che diano più spazio all’iniziativa dei cittadini. L’articolo di Giorgio Santilli dal Sole 24 Ore

Subappalti, in house e project financing: restano i vincoli del Codice

12/04/2017
Adeguandosi ai rilievi di Parlamento e Consiglio di Stato il governo si appresta a fare marcia indietro su alcune modifiche ipotizzate alla riforma del codice degli appalti, tra cui l’innalzamento dal 30 al 49 per cento del contributo pubblico nelle procedure di project financing. L’articolo del Sole 24 Ore

Resteranno “solo” seimila stazioni appaltanti

30/03/2017
E’ un taglio significativo, ma non drastico come si immaginava al momento della stesura della riforma del codice. Le stazioni appaltanti scendono da 32mila a seimila. L’articolo del Sole 24 Ore

Project financing, il tetto del contributo sale al 49 per cento

17/02/2017
Il governo è sul punto di modificare le norme sul project financing contenute nel nuovo Codice appalti: il tetto per il contributo pubblico salirà dal 30 al 49 per cento. L’articolo di Edilizia e territorio

Cdp, allo studio un fondo equity per le infrastrutture

25/01/2017
Le iniziative di Cassa depositi e prestiti per dare impulso a uno strumento che finora nel nostro Paese ha funzionato poco, il project financing. L’articolo del Sole 24 Ore

Il project bond non tira

22/01/2017
Nel nostro Paese il project financing sembra essere ancora poco attrattivo: la maggior parte dei progetti finanziati non riguarda infrastrutture ma il settore energetico, e in molti casi si tratta di opere già avviate. L’articolo di Milano Finanza

Ponte sullo Stretto, lo Stato investirà due miliardi di euro

03/10/2016
In questi giorni è stata annunciata la volontà del governo di riprendere le valutazioni per la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina. Piuttosto che affidarsi al project financing si studia la possibilità di un finanziamento diretto da parte dello Stato, forse attingendo ai fondi europei. L’articolo del Corriere della Sera

Project financing, troppi i salvataggi

11/05/2016
Uno studio dell’Istituto Bruno Leoni mette in evidenza l’imperfezione delle procedure di project financing per la realizzazione di infrastrutture nel nostro Paese: i costi sottostimati e le perdite pubbliche per il ripianamento. L’articolo del Sole 24 Ore

La leva pubblica fa i conti con le risorse

22/02/2016
Breve rassegna degli interventi messi a punto dai governi negli ultimi anni per sostenere il mercato immobiliare e incentivare la riqualificazione urbana. Poca convinzione, risorse limitate. L’articolo del Sole 24 Ore

Project finance, il 71 per cento è “fittizio”

13/05/2015
Un’indagine dell’Istat evidenzia che il project financing “all’italiana” non rispetta le regole europee. Dal campione di progetti in partenariato pubblico – privato esaminato emerge che nella grande maggioranza dei casi al privato non viene trasferito l’onere dei rischi. L’articolo del Sole 24 Ore

Social housing, bassi costi ma alta qualità

07/05/2015
Si cominciano a vedere i frutti della politica per il social housing inaugurata qualche anno fa, basata sul ruolo centrale della Cassa Depositi e prestiti investimenti Sgr e sul concorso dei privati. L’articolo dell’inserto del Sole 24 Ore “Casa 24 Plus”

Piano Juncker, le speranze e le realistiche aspettative

04/05/2015
Il successo del cosiddetto piano Juncker che ha l’obiettivo di rilanciare gli investimenti pubblici, a cominciare da quelli in infrastrutture, poggia su una nuova, e maggiormente improntata all’efficienza, concezione del rapporto tra risorse pubbliche e private. L’articolo dell’inserto de la Repubblica “Affari e finanza”

Riforma appalti, stop alle deroghe

16/04/2015
Tra le misure salienti contenute nella bozza di legge delega per la riforma degli appalti, che sarà votata la settimana prossima, ci sono lo stop alle deroghe alle procedure ordinarie e il rilancio del partenariato pubblico – privato anche attraverso la creazione di un’agenzia nazionale adhoc. L’articolo del Sole 24 Ore

Infrastrutture, caccia ai soldi dei privati

02/03/2015
Il deficit infrastrutturale del nostro Paese aumenta con il passare degli anni, il piano Juncker appare già da ora insufficiente per un’inversione di tendenza. Il governo, in tempi di ristrettezze finanziarie, mette a punto provvedimenti per facilitare lo sblocco di risorse private. L’articolo dell’inserto de la Repubblica “Affari e finanza”

Delrio: Bruxelles ora ci può aiutare, quattro miliardi da spendere nel 2015

19/01/2015
Parla il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio. I progressi fatti nella spesa dei fondi europei e le novità che si profilano alla luce della decisione della Commissione europea di aprire maggiormente alla flessibilità per gli investimenti. L’intervista dal Corriere della Sera

Incompiute, incentivi ai privati

14/01/2015
Il piano allo studio del governo per incentivare la conclusione delle opere incompiute sul territorio nazionale – circa 700 per un valore di tre miliardi – prevede il coinvolgimento dei privati attraverso stimoli fiscali e urbanistici. L’articolo del Sole 24 Ore

“Fare cassa con i sampietrini”

31/12/2014
Parla il neoassessore ai Lavori pubblici del Comune di Roma, Maurizio Pucci. Tra le idee messe in campo per il decoro urbano c’è quella di vendere gli storici elementi della pavimentazione della capitale – mantenendoli in contesti limitati – per ricavarne risorse. L’intervista dal Corriere della Sera