Archivi tag: prevenzione

L’acqua, una risorsa assetata di capitali

30/03/2020
L’aumento del consumo di acqua a livello globale rende sempre più urgente la necessità di investimenti. L’articolo dell’inserto de la Repubblica “Affari e Finanza”

“Siccità, necessari 7,2 miliardi di investimenti”

18/03/2020
Maggiori investimenti per la manutenzione e l’ammodernamento del sistema idrico nel nostro Paese. Li chiede Utilitalia. L’articolo del Corriere della Sera

Le foreste devastate portano le pandemie

16/03/2020
La diffusione di pandemie può dipendere anche dallo sconvolgimento dell’ambiente operato dall’uomo, a cominciare dalle deforestazioni. L’articolo de La Stampa

Curcio lancia il nuovo modello: “Un codice per le ricostruzioni”

21/02/2020
Parla Fabrizio Curcio, a capo di Casa Italia. Il progetto del governo di dare vita a un coordinamento dei soggetti impegnati nelle ricostruzioni post – sisma, nei diversi territori. L’intervista da Il Messaggero

Prevenzione, emergenze ambientali e professioni tecniche: il 7 febbraio il seminario a Popoli

04/02/2020
“Sinergie di comunità per la prevenzione delle emergenze ambientali. Il ruolo attivo delle professioni tecniche” è il titolo del seminario che si svolgerà venerdì 7 febbraio a partire dalle 14.30, presso il Teatro comunale di Popoli (Piazzetta della Pietà 21), in provincia di Pescara. Il seminario deontologico è organizzato dalla Fondazione Architetti Chieti Pescara, con il patrocinio del Comune di Popoli, in collaborazione con la sezione Abruzzo e Molise dell’Istituto Nazionale di Urbanistica.

L’intento è quello di ribadire l’urgenza di mettere a punto, su più livelli di governo, efficaci strategie operative di prevenzione dei rischi naturali, da fondare su idonei processi partecipati e su sinergie di comunità, cioè che coinvolgano le varie componenti sociali ed ispirate da concreta declinazione del principio di sussidiarietà. La diffusione e circolazione di conoscenze condivise, con il contributo degli organi di informazione (giornalismo d’inchiesta o di approfondimento) può accrescere la consapevolezza delle popolazioni in ordine all’esposizione ai rischi e la loro stessa capacità di coesione e di reazione, elevando il livello di sicurezza percepita (fiducia nelle istituzioni) e la capacità reale di risposta in caso di calamità naturali. Il ruolo delle professioni tecniche e perciò di un approccio multi disciplinare è fondamentale. Per questo si alterneranno sul palco diverse competenze: geologi, ingegneri, un meteorologo di fama. Saranno presentati anche alcune buone prassi rinvenibili sul territorio regionale, quanto a organizzazione dei sistemi locali di Protezione Civile, come quella del Comune di Avezzano. Le conclusioni saranno affidate a Paolo Fusero, Direttore del Dipartimento di Architettura di Pescara dell’Università D’Annunzio, e al Consigliere Nazionale del CNAPPC, Arch. Walter Baricchi, delegato alla cura di Cooperazione, Solidarietà e Protezione Civile per l’Organismo di rappresentanza Nazionale degli Architetti.

“In futuro, i tecnici (professionisti) – sostiene l’architetto Aldo Cilli, Consigliere della Fondazione e promotore del Seminario – non dovranno più essere considerati quali semplici risolutori di problemi nei programmi di ricostruzione successivi ai disastri, ma andranno ascoltati anche in quelle attività decisionali preliminari nelle quali si delineano gli strumenti e le risorse funzionali a mitigare e gestire i rischi. Agli architetti, però – afferma ancora l’esponente della Fondazione e Segretario Regionale INU –  quali figure capaci di immaginare e plasmare lo spazio, a varie scale, è richiesto, nell’espletamento di ogni atto di progettazione, di rivalutare dimensione etica e consapevolezza deontologica a volte smarrita. Che si tratti dell’edilizia o dell’urbanistica, o altro, una nuova centralità dei tecnici deve riaffermarsi proprio attraverso la piena conoscenza del territorio, inteso nella sua plurale accezione e mutevole complessità, tenendo conto delle sue fragilità, dei rischi cui è sempre più esposto, per effetto di fenomeni meteorologici di violenza non sempre prevedibile, che rendono tangibili i cambiamenti climatici globali in atto”. 

In fuga dal clima (chi può)

02/02/2020
L’era delle cosiddette migrazioni climatiche è giù cominciata, e riguarda anche gli Stati Uniti. Sono molti, e saranno sempre di più, gli americani che devono progettare di spostarsi per sottrarsi agli effetti del global warming. Altre aree del mondo sono ancora più a rischio. L’articolo dell’inserto de la Repubblica “D”

Prevenzione, emergenze ambientali e professioni tecniche, il seminario a Popoli

02/02/2020
La Fondazione Architetti Chieti Pescara in collaborazione con la sezione Abruzzo e Molise dell’Inu, terrà il 7 febbraio prossimo a Popoli, in provincia di Pescara, un seminario deontologico che intende ribadire l’urgenza di mettere a punto, su più livelli di governo, efficaci strategie operative di prevenzione dei rischi naturali, da fondare su idonei processi partecipati e su sinergie di comunità. Il programma, il comunicato stampa e gli articoli de il Centro e Il Messaggero

Il Mose che non separò le acque

31/01/2020
L’eterna storia del Mose: sono molti i dubbi sul funzionamento efficace del sistema progettato per la difesa di Venezia dall’acqua alta. L’articolo dell’inserto de la Repubblica “il venerdì”

Salviamo la Terra dalle fiamme

16/01/2020
Il cambiamento climatica rende più gravi le minacce degli incendi, in tutto il mondo. Sempre più necessarie azioni di protezione e prevenzione. L’articolo de la Repubblica

Dissesto idrogeologico, pronto Dpcm da 362 milioni dopo tre anni di iter a ostacoli

07/01/2020
Vicino finalmente all’attuazione l’elenco di interventi sul territorio contro il rischio idrogeologico. I dettagli dell’iter e delle risorse. L’articolo del Sole 24 Ore

Ci vuole il fango per salvare Venezia

23/12/2019
Venezia è destinata ad affrontare nel futuro sfide sempre più complicate relativamente dalla difesa dall’acqua alta. Alcune tecniche e infrastrutture messe in campo nei Paesi Bassi per combattere il problema. L’articolo di Oggi

Premio Ilaria Rambaldi, il supporto dell’Inu

10/12/2019
Il 6 dicembre scorso all’Aquila si è tenuta la premiazione del Premio Ilaria Rambaldi, dedicato alle tesi di laurea sui temi della prevenzione e della ricostruzione. Il supporto dell’Inu. L’articolo de il Centro

Smarrire la storia è un disastro

06/12/2019
I danni e la sofferenza del territorio ligure per il maltempo sono il sintomo anche di una disattenzione per la sua dimensione storica. L’articolo di Left

Danni fino a 11 miliardi entro il 2050, ma il piano nazionale resta al palo

05/12/2019
La fragilità del nostro Paese contro la quale è stato messo a punto il Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici. Le cui disposizioni tuttavia faticano a diventare azioni e interventi. L’articolo de La Stampa

Ridurre le vulnerabilità: al convegno all’Aquila il Premio Ilaria Rambaldi

28/11/2019
Si svolgerà il 6 dicembre prossimo all’Aquila, organizzato dal Diceaa dell’Università, il convegno “Ridurre le vulnerabilità: dall’Edificio al Territorio”, nel corso del quale si terrà la premiazione del Premio Nazionale Ilaria Rambaldi a cui l’Inu ha fornito il supporto scientifico

“L’Italia senza manutenzione”

29/11/2019
Il nostro Paese e la cultura e la pratica della manutenzione delle opere e del territorio, del tutto mancanti. Le considerazioni di Renzo Piano. L’intervista dal Corriere della Sera

Timmermans: “L’Europa riparta dal patto sul clima e il mondo ci seguirà”

28/11/2019
Parla Frans Timmermans, vicepresidente della Commissione europea, responsabile della realizzazione del Green New Deal. L’intervista da la Repubblica

Non è poi così difficile arginare il mare

28/11/2019
La protezione dei territori e delle popolazioni dalle piene e dalle inondazioni è possibile. Alcuni esempi di livello internazionale. L’articolo de la Repubblica

Crisi climatica, le attività umane al tempo delle grandi piogge

28/11/2019
Il cambiamento climatico aumenta la frequenza degli eventi estremi che condizionano anche le attività umane, eppure il nostro Paese stenta a dotarsi delle necessarie contromisure. L’articolo de il manifesto

Lavori urgenti per duemila cavalcavia

26/11/2019
Infrastrutture e interventi contro il dissesto idrogeologico, a che punto è la strategia messa a punto dal governo. Un riepilogo. L’articolo del Sole 24 Ore