Archivi tag: comuni

Più servizi e meno burocrazia, con i Comuni “amici” in rete

22/05/2016
Per la miriade di piccoli Comuni del nostro Paese la necessità di ottenere risparmi si traduce con quella di mettere a punto metodi di condivisione dei servizi. La tecnologia e l’innovazione possono aiutare: cominciano a nascere su tutto il territorio esperienze e piattaforme che le utilizzano. L’articolo de la Repubblica

Il futuro è nei piccoli Comuni?

16/05/2016
In discussione alla Camera un testo di legge che punta alla valorizzazione dei piccoli comuni. L’intervento di Ermete Realacci da l’Unità

Ritorno al centralismo

16/05/2016
E’ un complessivo ritorno al centralismo, dopo la legge del 2001, il dato più evidente della riforma costituzionale oggetto del referendum di ottobre. Cadono le materie in potestà concorrente Stato – Regioni, queste ultime “limitate” alla organizzazione e alle promozione dei servizi sul territorio. L’articolo de la Repubblica

La solitudine dei sindaci da Cetona a Cinquefrondi

10/04/2016
Le esigenze, le difficoltà e le richieste dei piccoli Comuni di fronte all’indirizzo governativo che attraverso diverse iniziative sta incentivando la fusioni dei municipi. Parlano i primi cittadini di due borghi, in Toscana e in Calabria. L’articolo di left

“Da 223 Comuni a 178. Ecco in Trentino ci è riuscito il taglio”

05/04/2016
Nella Provincia autonoma di Trento il processo di accorpamento e aggregazione di Comuni procede con speditezza. I segreti di un metodo che produce risparmi significativi e che punta sul coinvolgimento dei sindaci. L’articolo del Corriere della Sera

Appalti, i sindaci spingono la ripresa

29/03/2016
E’ significativo l’aumento del valore complessivo dei lavori dati in appalto dai Comuni nel primo bimestre dell’anno in corso. Importante l’allentamento del Patto di stabilità, ma ci sono anche altri fattori che hanno influito su un dato che è comunque molto disomogeneo dal punto di vista geografico. L’articolo del Sole 24 Ore

L’orgoglio dei borghi

21/03/2016
Una proposta di legge Pd all’esame della Commissione Affari costituzionali della Camera dispone la fusione obbligatoria dei Comuni al di sotto dei cinquemila abitanti. Da un gruppo di sindaci sparsi per l’Italia è già partita la mobilitazione. L’articolo de la Repubblica

Rapporto dal Territorio, il materiale del seminario sui piccoli comuni

06/03/2016
Due giorni fa a Bologna l’Inu ha organizzato un seminario sul Rapporto dal Territorio 2016, un focus sui piccoli Comuni. Il materiale grafico delle relazioni.

La presentazione (esposta da Simone Ombuen)
Giannino
Lazzarotti
Lupatelli
Voghera (esposta da Giovanni Fini)

Grandi magazzini, Comuni decisivi

14/03/2016
L’offerta commerciale di grandi dimensioni spesso rappresenta un’opportunità per riqualificare i centri delle nostre città. Le normative di cui tenere conto. L’articolo del Sole 24 Ore

I nuovi Comuni d’Italia

07/03/2016
La Lombardia, l’Emilia – Romagna e la Toscana sono tra le regioni in cui i processi di fusione tra i piccoli comuni sembrano avanzare in modo più spedito e convinto. Il fenomeno, spinto anche dalle ristrettezze dei bilanci, in generale sembra acquistare una certa rilevanza. L’articolo del Corriere della Sera

La grande guerra dei piccoli comuni

21/02/2016
Il patrimonio costituito dai piccoli e piccolissimi comuni, i tentativi spesso isolati per combattere lo spopolamento, la mancanza di iniziative legislative efficaci a livello nazionale. L’articolo di pagina99

Da Inu e Cresme ecco DemoSI, strumento innovativo per la pianificazione comunale

19/02/2016
Presentazione standard di PowerPoint

DemoSI è uno strumento innovativo che supporta le scelte strategiche di decisori pubblici e privati. Fornisce informazioni dettagliate su scala comunale riguardo a variabili socio – demografiche, con riferimento a trent’anni di storia e venti di previsione.  DemoSi può elaborare le informazioni su tutti i comuni italiani. (altro…)

Rapporto dal Territorio 2016, il 4 marzo preview sui piccoli comuni

17/02/2016
Il 4 marzo prossimo, a Bologna, presentazione di una preview del Rapporto dal Territorio 2016. Al centro del focus i piani e le politiche per i piccoli comuni. Il programma del seminario il link per la registrazione (La registrazione preventiva è vivamente consigliata: non è vincolante e consentirà un più agevole accesso alla sala)

Tensioni sul regolamento edilizio

03/02/2016
Il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio chiarisce che la redazione del Regolamento edilizio unico è a un passo dalla conclusione, vanno superate le divergenze con i comuni lombardi. Al centro del confronto, la definizione di superficie. L’articolo del Sole 24 Ore

Torna l’incubo Pm10, così il piano anti – smog è rimasto sulla carta

28/01/2016
L’assenza di precipitazioni ha fatto esplodere come un mese fa l’emergenza smog nelle nostre città. Ed evidenziato tutta la difficoltà a incidere delle misure pensate dal governo in quell’occasione. L’articolo de La Stampa

Il Paese degli ottomila regolamenti edilizi

28/01/2016
Nonostante la decisione del governo di uniformare in unico testo i regolamenti edilizi degli oltre ottomila comuni italiani, il risultato ancora non si è visto. L’articolo di Sergio Rizzo sul Corriere della Sera

Periferie, 500milioni nella Legge di Stabilità. Le proposte di Architetti, Anci e Legambiente

15/01/2016
Il 31 gennaio prossimo il governo pubblicherà il bando per selezionare i progetti di riqualificazione delle periferie e utilizzare così i 500 milioni messi a disposizione nella Legge di Stabilità. Le posizioni di Cnappc, Legambiente e Anci nell’articolo di Ppan e il comunicato stampa dell’Inu diffuso nel novembre scorso

Il Demanio regala i suoi gioielli. Ex conventi e caserme ai Comuni

12/01/2016
Ecco a che punto è il federalismo demaniale, nella parte che attiene ai trasferimenti di proprietà dal Demanio ai Comuni: sono poco meno di tremila le procedure completate su tutto il territorio nazionale. L’articolo de Il Giorno

Il Comune di Pescara si riappropri del territorio. L’appello dell’Inu con le associazioni ambientaliste

10/12/2015
Un appello all’amministrazione comunale pescarese perché riprenda in mano il destino del territorio della città. E’ il senso del documento messo a punto dalle maggiori associazioni ambientaliste:  la sezione Abruzzo e Molise dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, Legambiente Abruzzo, Wwf Chieti – Pescara e le sezioni cittadine di Fai e Italia Nostra. Lo spunto, l’ultimo di una serie di episodi, è la recente sentenza che ha autorizzato la società Pescaraporto a realizzare nella riviera sud di Pescara, dice il documento congiunto delle associazioni, “un esteso intervento edilizio”  che “contribuisce alla compromissione e alla occlusione per la Città di un lungo tratto di mare, fuori da qualsiasi disegno organico di assetto della zona “. (altro…)

I Comuni “padroni” a metà

07/12/2015
Il bilancio del Federalismo demaniale registra oltre la metà di beni e immobili trasferiti dallo Stato agli enti locali. Ma le procedure di valorizzazione sono in gran parte bloccate e impervie. L’articolo del Sole 24 Ore