Leonardo Fiori – Premio INU

III Edizione
Milano, 26 giugno 2003

Motivazione:
da quando, giovane architetto, progettava, per incarichi affidatigli da Adriano Olivetti che è stato Presidente di questo Istituto, la colonia di Brusson ed il quartiere di edilizia economica di Agliè fino a quando, in tempi recenti, si è fatto carico della complessa problematica delle periferie urbane e della città policentrica, basata su nuove categorie di centralità, ha manifestato continuità di impegno culturale e sociale, caratterizzato, in particolare, da una costante attenzione al rapporto tra architettura e società.
Ha dato rilevanti apporti al movimento urbanistico riformista, evidenziando, in particolare, l’esigenza di prestare attenzione alla storia ed alla cultura dei luoghi nello spirito di un nuovo regionalismo critico.
Dirigendo, per circa 20 anni, la rivista “Costruire”, ha contribuito all’animazione del dibattito culturale sull’architettura e sull’urbanistica, sulle relazioni tra di esse e sulla tutela dell’ambiente ed ha fatto assumere alla rivista stessa il ruolo di importante strumento di monitoraggio critico di fenomeni e processi interessanti il territorio.

 

I commenti sono chiusi.