Alessandro Dal Piaz

Alessandro Dal Piaz (Napoli, 20 aprile 1939) è stato Tesoriere dell’INU dal 1990, dopo il XIX Congresso di Milano, a ottobre 1992. Precedentemente ha fatto parte, dal 1983 al 1990, della Giunta esecutiva nazionale, del Comitato scientifico della rivista Urbanistica e del Comitato di direzione della rivi¬sta Urbanistica informazioni, della quale è stato anche responsabile della redazione regionale Campania dal 1973 al 1992.
Laureato in Architettura presso l’Università di Napoli (1965), assistente incaricato di Urbanistica dal 1971 al 1974, assistente ordinario di Urbanistica dal 1974 al 1985, professore associato di Progettazione urbanistica dal 1985 al 2002, professore ordinario di Progettazione urbanistica dal 2002 al 2009, sempre presso la Facoltà di Architettura dell’Università Federico II di Napoli.
Dal 1995 al 2002 è stato Direttore del Corso di perfezionamento in “Urbanistica e sviluppo sostenibile: analisi, pianificazione, progettazione e gestione della città e del territorio” presso il Seminario di Urbanistica Alberto Calza Bini e dal 2001 al 2007 ha diretto il Centro Interdipartimentale di Ricerca “Ambiente” (CIRAM) dell’Università Federico II di Napoli.
Dal luglio 2005 all’ottobre 2009 è stato Presidente del Corso di laurea magistrale in Pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistico-ambientale dell’Università Federico II di Napoli.
Ha svolto corsi e seminari presso il Formez, l’Isve (in collabo¬razione con l’Institute of Social Studies dell’Aja), la Facoltà di Architettura di Firenze, il Politecnico di Milano, l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, l’Universidad Autonoma Metropolitana di Città del Messico, l’Université de Valenciennes e la Faculdade de Arquitectura di Porto ed ha partecipato con docenze e seminari ad un programma Erasmus con le Università di Liegi, Porto e Valenciennes e ad un altro con le Università di Aachen e Madrid, la Bartlet School of Architecture and Planning di Londra e l’Istituto di studi metropolitani di Barcellona.
Responsabile scientifico del Master di alta formazione Riqualificazione ambientale ed urbana delle aree metropolitane per lo sviluppo sostenibile (PON Alta formazione 2000-2006, Asse III Misura III.4 prot. n. 1051/241) proposto da Agro Invest s.p.a. e attuato dal Dipartimento di Progettazione Architettonica e Ambientale della Università Federico II di Napoli (2003-04) e componente del Comitato di direzione del Master di alta formazione per “Pianificatori dello sviluppo locale” proposto e attuato dal Dipartimento di Urbanistica dell’Università Federico II di Napoli (2003-04), nonché responsabile scientifico del Progetto formativo per Esperti di Management dell’Ambiente, promosso dal CIRAM e finanziato dal Ministero per l’Ambiente (2004).

Responsabile scientifico per i problemi urbanistico-paesaggistici dell’attività di consulenza che il CIRAM ha prestato (1992-94) all’Autorità di Bacino dei fiumi Liri-Garigliano e Volturno per gli studi preparatori per la redazione del Piano di Bacino, è stato fra i responsabili scientifici dell’attività di consulenza alla Provincia di Napoli che lo stesso CIRAM ha prestato (1997-98) per gli studi propedeutici al Piano Territoriale Provinciale, curando in particolare il raccordo fra le analisi disciplinari (condotte dagli altri responsabili del CIRAM) in materia di geologia, idrogeologia, geotecnica, vulcanologia, sismologia, infrastrutture idrauliche, botanica, faunistica, agronomia ed i criteri normativo-zonizzativi per la pianificazione territoriale di scala provinciale. È fra i responsabili di settore dell’attività di consulenza che il Polo delle Scienze e delle Tecnologie dell’Università Federico II ha prestato (2003-04) alla Provincia di Napoli per la redazione del Piano provinciale di protezione civile. Responsabile scientifico dell’assistenza tecnica che il CIRAM ha prestato a Città del fare ScpA per la predisposizione del rapporto sullo stato dell’ambiente nel comune di Caivano (2006) e della consulenza che il CIRAM ha prestato (2006-08) alla Provincia di Napoli per la rielaborazione del Piano territoriale di coordinamento provinciale.

Dal 2012 fa parte del Comitato Scientifico del Parco Regionale dei Campi Flegrei.

Fra gli incarichi professionali di pianificazione territoriale, si segnala la partecipazione (in commissione o gruppo di lavoro) alla redazione dei seguenti piani di area vasta e/o studi: – Piano di sviluppo turistico del comprensorio vesuviano-sorrentino-amalfitano (su incarico della Cassa per il Mezzogiorno, 1967-68)
- Schema di assetto territoriale dell’area sorrentino-amalfitana (su incarico del Ministero dei Lavori Pubblici, 1968)
- Studio per la localizzazione del nuovo porto di Salerno (su incarico della CCIAA di Salerno, 1968);
- Studio per la rilocalizzazione della raffineria petrolchimica di Napoli (su incarico del Ministero dei Lavori Pubblici, 1971)
- Piano territoriale di coordinamento e piano paesistico dell’area sorrentino-amalfitana (su incarico della Regione Campania, 1973-77); il piano è stato poi approvato come Piano Urbanistico Territoriale ai sensi della Legge 431/85 dell’area sorrentino-amalfitana con la Legge Regionale 35/87
- Progetto-pilota per la conservazione e rivitalizzazione dei centri storici della dorsale appenninica umbra (su incarico del Ministero del Bilancio e Programmazione Economica e della Regione Umbria, 1973-74)
- Studi preliminari per il piano di sviluppo provinciale (su incarico della Provincia di Benevento, 1987-88)
- Piano paesistico dell’ambito del Taburno e Caserta (1991-92, nel quadro della convenzione fra Regione Campania ed Infratecna)
- rielaborazione del Piano territoriale paesistico del Cilento costiero (1997, “tavolo tecnico” presso Soprintendenza B.A.A.S. di Salerno su incarico di alcuni Comuni)
- Programma Quadro dei Porti Turistici della Provincia di Napoli (2000-01).

Per l’Autorità di Bacino dei fiumi Liri-Garigliano e Volturno, ha svolto consulenze (1994-97) ai fini della redazione di direttive, piani di settore e piani stralcio, in particolare collaborando alla stesura delle Norme tecniche di attuazione del Piano Stralcio di Difesa dalle Alluvioni per il fiume Volturno.

È stato inoltre:
- coordinatore di un’associazione temporanea di professionisti che si è classificata al 2° posto nel concorso per idee-progetto ai fini della pianificazione territoriale della Piana del Sele, bandito dalla Provincia di Salerno (1998)
- responsabile di uno studio sulla portualità turistica nel Golfo di Napoli nell’ambito del Progetto Posidonia (Programma Terra) (1999)
- coordinatore di un’associazione temporanea di professionisti che si è classificata al 2° posto nel concorso per idee-progetto ai fini della pianificazione territoriale del Vallo di Diano, bandito dalla Provincia di Salerno (2000)
- coordinatore della “Cabina di regia” dell’Amministrazione provinciale di Benevento e del gruppo di lavoro per il Piano territoriale provinciale (dal 2001 al 2004)
- componente del Comitato Scientifico di consulenza per il Piano territoriale regionale della Campania (2002-04)
- coordinatore del Comitato tecnico per la pianificazione e l’urbanistica dell’Amministrazione provinciale di Salerno (dal 2005 al 2008) che ha curato la redazione della proposta di PTCP approvata dalla Giunta provinciale di Salerno il 26 gennaio 2009
- consulente dell’Amministrazione provinciale di Benevento per l’adeguamento del PTCP alle leggi regionali della Campania 16/2004 e 13/2008 (dal settembre 2009 al luglio 2012, quando il PTCP è stato approvato)
- presidente del Comitato Tecnico Scientifico per il Piano strategico dell’area urbana di Avellino (dal 15 ottobre 2009)
- coordinatore scientifico del Piano di tutela delle aree della Rete Natura 2000 incluse nel Parco regionale dei Campi Flegrei (2010).

Tra gli incarichi professionali di pianificazione comunale si segnalano:
- la partecipazione alla redazione del “piano quadro delle attrezzature” (Comune di Napoli, 1975-76)
- la progettazione dei PRG di numerosi comuni, fra cui – negli ultimi anni – quelli di Amalfi, Atrani, Calitri, Castel Volturno, Gioi, Massa Lubrense, Mercato S.Severino, Ottaviano, Piano di Sorrento, Pollica, S. Angelo dei Lombardi, Scafati, Torella dei Lombardi, Vietri sul Mare
- la redazione (in gruppo, coordinatore) per il Comune di Sant’Anastasia (Na) dei PIP, del Piano di recupero e del Piano del colore del centro storico e, per il Comune di Marcianise (Ce), del Piano di recupero delle zone A nel PRG vigente
- la elaborazione (su commessa dei rispettivi Comuni) dei piani generali del traffico urbano dei comuni di Napoli (consulente), approvato nel 1997, e Mercato S.Severino (progettista in gruppo), approvato nel 2000.

Già condirettore della rivista Polis (1969-70), è autore di numerose pubblicazioni e curatele, fra le quali:
- Napoli 1945-1985 – Quarant’anni di urbanistica, FrancoAngeli, Milano 1985
- Ragionando di urbanistica, Ed. Graffiti, Napoli 1999
- Questioni di urbanistica, Edizioni Graffiti, Napoli 2004
- (con I. Apreda), I tempi della pianificazione urbanistico-territoriale, Loffredo editore, Napoli 2010
- Dai vincoli al piano: Regioni ed attuazione della legge 431, Quaderni di Urbanistica Informazioni n. 3, 1986
- La Campania verso il duemila. Assetto e sviluppo dopo la fine dell’intervento straordinario, Edizioni Graffiti, Napoli 1995
- (con F. Forte), Pianificazione urbanistica ed ambientale, Maggioli Editore, Rimini 1999

Tra i saggi si ricordano:
- “La questione urbana nel Mezzogiorno”, in E. Salzano (a cura di), La città sostenibile, Edizioni delle Autonomie, Roma 1992
- “Cinquant’anni dalla legge urbanistica, quarantadue anni di leggi straordinarie per il Meridione”, in E. Salzano (a cura di), Cinquant’anni dalla legge urbanistica italiana 1942-1992, Editori Riuniti, Roma 1993
- “Napoli: le mani sulla città” in G. Campos Venuti e F. Oliva (a cura di), Cinquant’anni di urbanistica in Italia: 1942-1992, Laterza, Bari 1993
- “La normativa nella pianificazione”, in F. Forte e L. Fusco Girard (a cura di), Principi teorici e prassi operativa nella pianificazione urbanistica, Maggioli, Rimini 1997
- “Progetti urbani a Salerno. L’attività di programmazione delle trasformazioni urbane a Salerno”, Archivio di studi urbani e regionali, anno XXXI, n. 69, 2000
- “Paesaggi critici”, in A. Belli (a cura di), Il territorio speranza. Politiche territoriali possibili per il Mezzogiorno d’Italia, Alinea Editore, Firenze 2002
- “La manutenzione del territorio e la sostenibilità”, in V. Fiore e P. De Joanna (a cura di), Urban Maintenance as Strategy for Sustainable Development, Atti del Convegno Internazionale, Liguori Editore, Napoli 2002
- “Integrazione e programmazione”, in F. D. Moccia e M. Sepe (a cura di), I progetti integrati territoriali, Materiali INU Campania, Edizioni Graffiti, Napoli 2003
- “Progetti contrattati nel piano urbanistico” in F. Indovina e M. Savino (a cura di), Dibattito sulla riforma urbanistica, Archivio di Studi Urbani e Regionali, anno XXXIV, n. 77, 2003
- “Le questioni dell’ambiente”, Territorio, nn. 29/30, 2004
- “Sostenibilità e pianificazione urbanistica”, in F.D. Moccia e A. Mesolella (a cura di), Introduzione alla Pianificazione dello Sviluppo Locale, Edizioni CLEAN, Napoli 2005
- “Il piano territoriale di coordinamento della Provincia di Benevento”, areAVasta, nn. 10/11, 2005
- “Lo sviluppo urbanistico e i regimi normativi”, in A. Vitale (a cura di), Ritrovare il mare. Linee guida per gli interventi di riqualificazione della fascia costiera di Napoli, CLEAN, Napoli 2006
- “I mali delle megalopoli non sono un dato di natura”, Archivio di Studi Urbani e Regionali, n. 88, 2007
- “La normativa del piano”, Il PTCP di Napoli: il territorio, risorsa fertile, Urbanistica, n. 138, 2009
- “Considerazioni sulla negoziazione in urbanistica”, Archivio di Studi Urbani e Regionali, vol. 95, 2009
- “Il paesaggio nella pianificazione urbanistica e territoriale”, in M. Mautone e M. Ronza, Patrimonio culturale e paesaggio, un approccio di filiera per la progettualità territoriale, CNR – Dipartimento Patrimonio culturale, Gangemi Editore, Roma 2010

 

I commenti sono chiusi.