Paolo Berdini

Paolo Berdini (Roma, 16 dicembre 1948) è stato Segretario generale nazionale dal 1990 al 1992, precedentemente ha ricoperto la carica di Segretario regionale della Sezione Lazio dal 1988 al 1990. E’ stato membro del Consiglio direttivo nazionale dal 1989 al 1992.

Urbanista, si è laureato nel 1976 presso la facoltà di Ingegneria dell’università La Sapienza di Roma. Svolge attività di progettazione, direzione tecnica e consulenza in materia urbanistica per conto delle pubbliche amministrazioni.

Ha perfezionato gli studi nell’anno 1985 presso lo IAURIF, Istitut d’amenagement et d’urbanism de la Region d’Ile de France di Parigi, con borsa di studio CNR. E’ iscritto all’Albo degli esperti in Pianificazione territoriale del Ministero dei Lavori Pubblici.

Il suo periodo di formazione è continuato presso l’Istituto nazionale di urbanistica dove ha svolto attività di ricerca e collaborato all’impostazione della prima e della seconda Rassegna nazionale di urbanistica.

Membro della commissione territorio di Italia Nostra negli anni 2001-2008. Dal 2009 al 2012 è stato membro del Consiglio nazionale del WWF Italia. Fondatore dell’associazione Polis, è membro del Comitato per la Bellezza Antonio Cederna.

E’ stato consulente dell’Assessorato all’urbanistica della Regione Lazio dal 1995 al 1999; nonché consulente l’urbanistica dei comuni di Lanuvio, Aprilia, Oriolo e Bassano in Teverina e dell’Università di Roma “Tor Vergata”. E’ autore di piani urbanistici generali e attuativi. Ha redatto il Piano di assetto del Parco regionale dei Castelli romani (2004).

Dal luglio del 1999 fino all’aprile 2000 è stato membro dell’Ufficio di programma della Presidenza della Giunta della Regione Lazio. Dal 2001 è stato membro della Commissione di studio per la redazione del Testo unico in materia urbanistica della Regione Lazio. Ha redatto insieme ad altri progetti di legge di riforma della Legge urbanistica nazionale per conto dell’Associazione Polis (2002-2006).

Negli anni accademici 2005/2009 è stato docente a contratto di Urbanistica presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Tor Vergata. Ha svolto lezioni presso numerose università italiane e straniere quali la Scuola di Architettura di Mendrisio (Ch).

È autore di libri di grande successo editoriale, quali: La città in vendita, Donzelli, Roma 2008, e Breve storia dell’abuso edilizio in Italia, Donzelli, Roma 2010.

Negli ultimi anni si è occupato del tema del contenimento dell’uso del territorio pubblicando i libri collettanei No Sprawl, Alinea, Firenze 2006; “Il consumo di suolo in Italia 1995-2006”, in Democrazia e diritto, n. 1/2009); Consumo di suolo zero, Edizioni Intra Moenia, Napoli 2010; Terra rubata, viaggio nell’Italia che scompare, a cura del Fai e del WWF, Roma 2012.

È tra i più profondi conoscitori dell’urbanistica di Roma. I suoi maggiori contributi sono: Il giubileo senza città, Editori riuniti, Roma 2000; Esclusione e comunità (insieme ad altri), Edizioni del Lavoro, Roma 2004, dedicato alla grande figura di don Luigi di Liegro; Modello Roma (insieme ad altri); Odradek editore, Roma 2007; Le mani sulla città (insieme ad altri), Alegre editore, Roma 2011. Ha collaborato con Italo Insolera alla nuova edizione aggiornata del fondamentale libro dedicato alla storia urbanistica della capitale Roma moderna, Einaudi, Torino 2011.

È stato relatore in importanti eventi culturali. In particolare: nel Festival delle Utopie Concrete, Fondazione Alexander Langer (Città di Castello 2009); Istituto di studi filosofici di Napoli nell’ambito de Le città d’Europa (Napoli, 2009); Cinquantenario dalla scomparsa di Adriano Olivetti (Ivrea 2010); Incontri internazionali di culture Oriente occidente (Rovereto, 2010); Fondazione San Fedele (Milano, 2011); Fondazione Calzari Trebeschi (Brescia 2012); I presidi del libro della Sardegna (Cagliari 2012); Fondazione Franco Antonicelli (Torino 2013). Ha partecipato in qualità di relatore alle due edizioni del Festival della città organizzato dall’editore Laterza svoltosi a Ferrara (2008 e 2009).

È autore di numerosi articoli apparsi sulle più prestigiose riviste di settore: Urbanistica, Capitolium, Urbanistica Informazioni, Contesti, La Nuova Ecologia, Verde Ambiente, Bollettino Italia Nostra, Le Città, Ar, Edilizia e Territorio-Sole 24 ore, Rassegna di architettura e di urbanistica, Città e campagna, Il Potere locale, L’impresa pubblica, Metropoli.

Scrive regolarmente su quotidiani e periodici generalisti. È editorialista e opinionista dal 2009 de Il Manifesto; dal 2010 ha un blog sul quotidiano Ilfattoquotidiano. Dal 2001 al 2008 è stato editorialista dell’edizione romana del Corriere della Sera.

Negli anni Novanta ha collaborato con le pagine culturali di Paese Sera. Suoi articoli sono apparsi su Repubblica, L’Unità, Avvenimenti. Ha collaborato fin dalla sua nascita con i periodici Carta e Left. Sue interviste sono apparse negli ultimi anni su: Terra, Il Riformista, Liberazione, Libero, L’Unità, Sapere, Lo Straniero, Gomorra, Ragionamenti, Rinascita, Quaderni romani, Alternativa per il socialismo, Etica e economia.

Collabora, in qualità di redattore, del sito www.Eddyburg.it, il più importante e frequentato giacimento italiano di cultura urbanistica. Nel dibattito sullo stato dell’urbanistica italiana ha pubblicato opinioni su libri collettanei: Dove va l’urbanistica (Aiòn, 2011); La città venduta (Italia Nostra – Gangemi editore, 2011); Il pianeta degli urbanisti (Derive e approdi, 2013).

Collabora sistematicamente con molte trasmissioni televisive di prestigio: Report (Rai 3); Exit (La 7); Ambiente Italia (Rai 3). Interventi ed interviste sono apparse sul Tg1; Tg3; Prima del Tg (Rai 3); Rai Educational; Diogene; Rai uno mattina.. Dibattiti e interviste sono stati trasmessi dai radiogiornali della rete Rai 1, La città ne parla (radio 3),La radio ne parla (radio 1); Fahrenheit (radio 3); Radio3 suite.

 

I commenti sono chiusi.