Paolo Avarello

Paolo Avarello è stato presidente dell’INU dal 2001, insediato dopo il XXIII Congresso dell’Istituto, al 2005. Precedentemente ha ricoperto la carica di Segretario Generale dal 1992 al 1998.

Professore ordinario di Urbanistica presso l’Università di Roma Tre dal 1995. Precedentemente ha insegnato presso l’Università di Chieti, Facoltà di Architettura di Pescara.

È iscritto all’Ordine dei giornalisti di Roma come Direttore responsabile delle riviste dell’Inu. È Direttore di Urbanistica dal 2005, precedentemente ha diretto Urbanistica informazioni dal 1998 al 2005.

È nato a Roma nel 1948 e qui risiede.

Laureato in Architettura presso la Facoltà di Roma nel 1972, è iscritto all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Roma.

Nella Facoltà di Architettura di Roma Tre dal 1997 al2005 hacoordinato il Corso di perfezionamento “Nuove politiche urbane”; dal 1999 fa parte del Collegio del Dottorato “Politiche territoriali e progetto locale”, di cui è coordinatore (dal 2009). Dal 2010 è Direttore del Dipartimento di Studi urbani (DipSU). Dal 2011 è Direttore della Scuola dottorale Culture e trasformazioni della città e del territorio.

Ha svolto studi e ricerche, in ambito accademico e non, sull’economia urbana, l’housing in Italia e in Europa, la pianificazione locale, di area vasta e di settore, l’attuazione dei piani, le politiche urbane e quelle di sviluppo, in buona parte pubblicate.

Ha tra l’altro prodotto ricerche per il Consiglio d’Europa (1977-1978), Senato della Repubblica Italiana (1979), Svimez (1985-1986, 1989), Triennale di Milano (1986), Cee (1988), Eidos (1989-1990), Cresme (1989-1990, 1992), Ecosfera (1989-1993), Ministero Llpp (1996 e 2000), LegaCoop-Lazio (2000); Ministero Affari esteri/Università Roma Tre, per il Master plan di Costantina (Algeria), (2002-2005); Apat (Inu, 2005 e 2006); Fondazione Cassa di Risparmio di San Marino (Inu, 2005-2006); A&T – Ambiente e Territorio (DipSU, 2008).

Dal 1973 al1993 hasvolto anche attività professionale tra gli altri per: Comune di Castelnuovo di Porto (Rm), Variante generale Prg e piani attuativi (1975-93); Soc. Grandi Lavori (Bo) e So.Gen.Cos. (Rm), Centro operativo per la Protezione Civile (1980-85); Soc. Technital (Rm), Università di Sebha (Libia) e ricostruzione dei Comuni danneggiati dal sisma del 23.11.1980 (1984-85); Soc. Sidema, Gruppo Zingone (Mi), varie (1983-86); Comune di Atessa (Ch), piani commerciali (1984-85); Comune di San Giovanni Teatino (Ch), piani commerciali (1986-87); Regione Abruzzo, Piano paesistico regionale Majella-Morrone (1986); Consorzio ALoSa (Rm), recupero paesaggistico Valle di FAUL (Viterbo) e altri (1987-88); Comune de L’Aquila, Variante generale al Prg (1988-91); Comune di Catanzaro, piani commerciali (1989-90); Comune di Perano (Ch), Pre (Lr 18/83) (1989-92); Soc. Pro.Ge.O. srl e Soc. Studio ’80 srl (Rm), varie (1989-93); Consorzio Sdo (Rm), Comitato di gestione (19891-93); Comune di Giulianova (Te), consulenza Prg (1991-92); Inail, consulenza (1992).

Ha al suo attivo oltre 400 pubblicazioni, tra cui: Pescara: contributo per un’analisi urbana, Rm, 1975; Urbanistica, città e piano, Pe, 1977; Definition and measurement of the factors that cause urban expansion and their influence on each other (2 voll.), Strasburgo, 1979; Urbanistica e mercato edilizio, Fi 1982; Croissance urbaine et politique foncière: l’expérience italienne, Rm, 1984; Pianificazione del suolo e politica urbanistica, Pe 1985; La tradizione del piano, Pe 1989; Una città da ricostruire, Rm 1990; Le vecchie regole – Cinquant’anni di legge urbanistica 1942-1992, Rm 1993; I territori della pianificazione, Rm 1994; Rapporto sulla condizione abitativa in Italia (per Habitat II), Rm 1996; Piano e città nell’esperienza urbanistica, Mi 1997; Il piano comunale, Mi 2000; Politiche urbane, Rm 2000; La pianificazione di area vasta nelle innovazioni del Ptcp e delle nuove leggi urbanistiche, Pa 2001; Politiche partenariali a Roma: problemi e prospettive; Modelli di partenariato efficace, Rm 2001; La produzione di qualità urbana come strategia di sviluppo, Mi 2001; Modelli e pratiche di costruzione delle politiche urbane, Mi 2002; Ricostruzione e programmi complessi, Fi 2002; Ricostruire Pescara: il senso e le immagini, Pe 2004; Il Piano di Roma del 1931 e la legge “urbanistica” del 1942, Rm 2004; I temi ambientali nel governo delle aree metropolitane (in coll.), Rm 2005; Di cosa parliamo quando parliamo di urbanistica?, Rm 2006; I Programmi complessi, strumenti per le strategie di governo del territorio, 2006; Valorizzazione del paesaggio e dei beni culturali per lo sviluppo locale, Rm 2006; La metropoli non è una città, ma nemmeno un mostro, Rm 2008; The Medina of Costantine, Rm 2009; Piero Maria Lugli: una concezione umanistica della pianificazione, Rm 2009; Il Ministero Infrastrutture e trasporti tra centralismo e devolution, Tv 2009; Se esiste l’urbanistica a cosa serve?, Rm 2010; Paesaggi culturali o cultura del paesaggio, Roma 2011.

 

Dirige la collana “Gestione del territorio” (dal 2000) e  “Guide pratiche regionali” (dal 2005) dell’Editoriale Il Sole24ore.

 

 

 

 

I commenti sono chiusi.