“Il capolavoro di mio nonno cade a pezzi e nessuno ha mai voluto muovere un dito”

04/02/2018
Parla il nipote dell’architetto Pier Luigi Nervi che ha realizzato lo stadio Flaminio a Roma, dove si è verificato di recente un tragico fatto di cronaca. Il degrado di un gioiello dell’architettura contemporanea, la mancanza di progettualità per il futuro. L’intervista da Il Messaggero

Articolo pubblicato in: Senza categoria
Tag articolo:  
 

I commenti sono chiusi.